L’annunciata release Bebo 5.0 di WordPress è ormai realtà: la versione rilasciata il 6 dicembre 2018 contiene un’importante modifica dell’editor Gutenberg.

L’obiettivo di questo aggiornamento – per il quale è stato scelto il nome Bebo – secondo l’inventore di WordPress Matt Mullenweg è: “semplificare la prima esperienza utente con WordPress – per coloro che stanno scrivendo, modificando, pubblicando e progettando pagine web.

Ecco le novità principali e i nostri 4 migliori consigli per affrontare questa svolta epocale:

Fai un backup dei dati del tuo sito web prima di installare l’aggiornamento alla nuova versione

Il nuovo editor Gutenberg sarà il nuovo editor di default di WordPress, che va a sostituire integralmente quello attuale.

COSA PUOI FARE:  se sei già utente di WordPress, puoi decidere se  adottare o meno il nuovo Editor Gutenberg. Se lo fai, ti consigliamo – prima di installare la nuova versione – di fare un backup del database del tuo sito web così da mettere al sicuro i tuoi dati, nel caso in cui l’aggiornamento non vada a buon fine.

Verifica la compatibilità del tuo visual composer col nuovo Gutenberg

Il nuovo editor Gutenberg è basato su un concetto completamente nuovo rispetto a quello attuale: ogni elemento (testo, immagini, etc) diventerà un blocco a sé stante, mentre fino ad oggi una nuova pagina o articolo su WordPress era costituito da una “pagina” unica in cui potevi inserire i vari elementi.

COSA PUOI FARE:  fai attenzione se il tuo sito è già pubblicato o se utilizzi un visual composer per creare contenuti, in quanto il contenuto delle pagine del tuo sito web potrebbe apparire diversamente.

Se sei utente Premium e hai un WPBakery Composer, un Divi o un Beaver Builder non ci dovrebbero essere problemi di compatibilità con il nuovo Gutenberg, se invece hai scaricato il composer assieme ad un template acquistato, ti consigliamo di verificare meglio la compatibilità con chi ha realizzato il tuo sito web.

Scegli adesso quale editor adottare

Se, dopo averlo provato, hai deciso che il nuovo editor Gutenberg non fa per te e ti trovi meglio con l’editor classico, sappi che il plugin Classic Editor sarà utilizzabile fino al 2021 e puoi attivarlo anche su un nuovo sito web scegliendolo e attivandolo nella pagina Plugin del tuo WordPress.

L’interfaccia dell’editor Gutenberg e del Classic Editor a confronto

COSA PUOI FARE: per attivare l’editor classico installa e attiva il plugin ‘Editor classico’ come faresti con qualsiasi altro plugin. Una volta installato e attivato dovrai configurare se utilizzare esclusivamente il Classic Editor o utilizzare sia quest’ultimo che il nuovo editor Gutenberg. Per farlo, vai su Impostazioni → Scrittura e inserisci la tua preferenza di impostazione dell’editor Classic nella dashboard di WordPress.

Crea un’area di staging per eseguire dei test

390

Pronto o no, Gutenberg è arrivato su WordPress! Ti conviene fare dei test e delle prove prima di mettere online le modifiche al tuo sito web.

Non sottovalutare questo consiglio! Può evitarti criticità che potrebbero sorgere inserendo nuovi elementi nel tuo sito web dopo aver aggiornato.

COSA PUOI FARE: crea un’area di staging per eseguire dei test sulla configurazione attuale del tuo sito web con il nuovo editor Gutenberg. Assicurati che i temi e i plug-in che hai installato siano tutti compatibili, in modo da poter trovare eventuali sostituzioni di plug-in necessarie. Prepara i tuoi contenuti esistenti e organizzali per “blocchi”.

Ora sei pronto per affrontare il cambiamento, ma, prima di tutto, fatti un’idea dell’editor Gutenberg qui e se hai ancora qualche dubbio o qualche domanda a riguardo, contattaci!