Blog

Come fare podcast e dove pubblicarli 2

Come fare podcast e dove pubblicarli

Il netto aumento di ascoltatori negli ultimi anni ha reso indispensabile, per le aziende, sapere come fare podcast e dove pubblicarli.

Trattasi, infatti, di un mercato in forte crescita, che ogni anno coinvolge milioni di persone in Italia e nel mondo.

Cosa sono i podcast

Il termine podcast, derivante dalla fusione dei termini iPod e broadcasting, indica contenuti audio originali divisi in rubriche e puntate, rese disponibili on demand sul web. Non si parla quindi di “appuntamenti fissi”, come avviene per i programmi TV, ma di contenuti fruibili solo su richiesta dagli utenti.

Per essere ascoltati, i podcast hanno bisogno o di una connessione Internet costante per tutta la durata della puntata, o di una sufficiente a scaricare il file che poi sarà successivamente ascoltato offline.

Perché fare podcast per pubblicarli

L’importanza che il fenomeno podcast sta assumendo nel nostro paese, rende il podcast un ottimo strumento di marketing per diffondere un brand. Basti pensare che solo nel 2020 gli ascoltatori di podcast sono stati 13,9 milioni, con un incremento del 15% rispetto al 2019.

Se questi dati non bastassero ecco altri 3 motivi che potrebbero convincerti della portata del mezzo:

  1. Sessione lunga: la durata media di una sessione di ascolto di un podcast è di ben 25 minuti. Una eternità, se si pensa alla velocità con cui cambiamo il contenuto che stiamo visualizzando sul web;
  2. Grande flessibilità: è un format che si adatta facilmente a qualsiasi situazione: si ascolta in casa, in treno, in macchina, in metro, mentre si fa sport etc.;
  3. Target giovane: il pubblico che predilige maggiormente i podcast va dai 18 ai 24 anni. Un target che, avendo una soglia di attenzione decisamente bassa ed uno scarso attaccamento ai brand, è sempre più difficile raggiungere.

Come fare un podcast

Prima di cominciare a registrare i tuoi podcast, è bene iniziare a preparare tutto ciò che può esserti utile per trasformare l’idea in pubblicazione dei contenuti.

Pianifica in anticipo

La prima cosa da fare per creare podcast e pubblicarli è decidere il tema principale su cui verterà il tuo intero canale, che verrà piano piano snocciolato durante tutte le puntate. Scegli un argomento che conosci bene, che ti consenta di fornire un aiuto concreto ai tuoi ascoltatori.

Le tue registrazioni, oltre ad essere piacevoli da ascoltare, devono quindi essere utili. Questo è il segreto del successo dei più famosi canali podcast.

Studia con attenzione ogni argomento da trattare, preparandoti una scaletta da seguire nel corso della registrazione.

Prepara la strumentazione necessaria per creare un podcast

Gli strumenti davvero essenziali per fare un podcast di successo sono principalmente due: computer e microfono.

  1. Computer: per registrare e caricare i tuoi file .mp3, qualsiasi tipologia di computer andrà bene.
  2. Microfono: per ottenere un file audio di buona qualità. A seconda del tuo ambiente di registrazione, puoi optare per un microfono dinamico o a condensatore: i dinamici sono consigliati quando si registrano più persone insieme in ambienti vasti, quelli a condensatore sono utili per le registrazioni in studio.

Ci sono poi molte attrezzature che possono aiutarti ad ottenere una qualità audio migliore, come un pannello per il trattamento acustico o un filtro pop per assicurarti un suono cristallino, ma non sono assolutamente necessari per iniziare a registrare. Si tratta di strumentazione che potrai sempre acquistare in seguito, man mano che il tuo canale cresce.

Registra ed edita i tuoi podcast prima di pubblicarli

Per fare dei podcast e pubblicarli con successo, avrai bisogno non soltanto di registrare l’audio, ma anche di editarlo dopo la registrazione. Tagliare gli errori, inserire musiche di sottofondo o particolari effetti sonori, ti aiuterà a creare un podcast professionale.

Per riuscirci, puoi utilizzare diversi software che ti aiutano a registrare ed editare senza spesa. I principali sono:

  • Garage Band, su cui probabilmente ricadrà la scelta se hai un Mac. Si tratta di un programma installato di default e utilizzato generalmente per la creazione di musica;
  • Audacity, il programma più utilizzato in assoluto per fare podcast. È un software gratuito molto semplice e intuitivo, previsto sia per Mac che Windows.

Podcast completi: dove pubblicarli

Dopo aver fatto i tuoi podcast sarà il momento di pubblicarli. Prima di farlo, è importante scegliere le piattaforme più note, per riuscire a raggiungere più pubblico possibile.  Le app più utilizzate per l’ascolto dei podcast sono iTunes e Spotify.

Per pubblicare un podcast su Spotify o iTunes serve un feed RSS, cioè un determinato formato di distribuzione di contenuti che consente di informarsi sui nuovi contenuti di un sito web senza dover ritornare periodicamente a visitarlo.

Se hai un sito web puoi utilizzarlo per caricare i tuoi podcast e inviare il relativo link del feed RSS ad iTunes o Spotify.

Se non possiedi un sito web invece avrai bisogno di un podcast host, una piattaforma dedicata proprio al caricamento di questo specifico formato. La più famosa è Spreaker, che nella versione gratuita del servizio consente di creare podcast dal vivo con una durata massima di 15 minuti e con un limite d’archiviazione di 5 ore/mese. Con Spreaker avrai a disposizione la possibilità di pubblicare automaticamente i tuoi podcast su Spotify o iTunes.