Blog

Cosa sono i record DNS e come puoi modificarli

Cosa sono i record DNS e come puoi modificarli

Vuoi scoprire cosa sono i record DNS? Prova a digitare una qualsiasi url nella barra di ricerca del tuo browser! Se riesci a trovare il sito che stavi cercando è proprio grazie ai record DNS, che hanno permesso al tuo browser di conoscere a quale indirizzo IP corrispondesse il nome a dominio da te cercato. Ma quindi cosa sono i record DNS e come puoi modificarli? Vediamolo insieme.

Cosa sono i record DNS

Il termine DNS (Domain Name System), sta ad indicare il sistema che regola la traduzione dei nomi a dominio in indirizzi IP e viceversa, conciliando il linguaggio umano con quello dei computer. Il sistema dei nomi a dominio ci consente di non ricordare a memoria tutti gli indirizzi IP dei siti web quando navighiamo sul web.

Questo sistema funziona tramite i server DNS, dei grandi registri che contengono dati sugli indirizzi IP dei vari domini di tutto il mondo. Quando ricerchi sul web il nome del sito che vuoi visitare (es. google.com), viene inviata una richiesta al server DNS, che risponde al browser fornendo l’indirizzo IP collegato al dominio (nel caso di google.com: 172.217.14.195), che verrà poi utilizzato per inviare una richiesta di connessione al sito.

Tipologie di record DNS

A ciascun nome a dominio corrispondono diversi record DNS, cioè informazioni utili ai server DNS per stabilire una associazione di un determinato indirizzo IP ad un nome di domino. Dopo aver visto cosa sono i record DNS, vediamo quali sono i principali tipi di record che puoi aggiungere alla zona DNS di un dominio e come puoi modificarli.

Record di tipo “A”

Quello di tipo “A” è un record DNS utilizzato per creare un collegamento tra un nome a dominio ed un indirizzo IP. Aggiungerai un record A alla tua zona DNS per creare un collegamento indispensabile tra un nome a dominio e il relativo indirizzo IP.

Record di tipo “AAAA”

Il record “AAAA” (o quad-A) è invece utilizzato per creare un collegamento tra un nome a dominio ed un indirizzo IPv6. Il record quad-A ha la stessa esatta funzione di un record A ma, essendo relativo ad un indirizzo IPv6 anziché un IPv4, presenta un campo dati quattro volte più lungo.

Record DNS di tipo “CNAME”

Il “CNAME” è un record DNS utilizzato per creare degli alias di un record A o AAAA, cioè un altro nome attraverso il quale è possibile raggiungere il medesimo indirizzo IP. Attraverso i CNAME, lo stesso host può essere raggiunto mediante diversi nomi di dominio o sottodominio (es. www).

Record di tipo “SRV”

Quello di tipo “SRV” è un record creato per identificare quale sia il server, la porta e il tipo di protocollo necessari per utilizzare un determinato servizio. I valori dei campi da inserire per la creazione di un record SRV vengono forniti direttamente dal fornitore del servizio da voler utilizzare.

Record DNS di tipo “TXT”

Il record TXT è utilizzato per fornire ulteriori informazioni su uno specifico dominio ed è spesso utilizzato per trasferire informazioni di sicurezza.

Record DNS di tipo “MX”

Quello di tipo “MX” è, invece, un record DNS utilizzato per indicare a un client su quale dominio può raggiungere un determinato server di posta.

Record di tipo “NS”

Il record DNS viene creato per indicare quali nameserver vengono utilizzati per un dato dominio. I record NS forniscono informazioni circa il server da interrogare per conoscere l’indirizzo IP di un dominio.

Record di tipo “CAA”

Quello di tipo “CAA” è un record DNS utilizzato per specificare quali sono le autorità autorizzate a rilasciare certificati per un dominio, consentendo contemporaneamente alle autorità stesse di attuare controlli sulla illiceità dei certificati dichiarati.

Come posso modificare i record DNS su Netsons

Abbiamo visto cosa sono i record DNS e quali sono le tipologie principali, ma come puoi modificarli?

Netsons da la possibilità di aggiungere o modificare manualmente i record DNS. Tuttavia, all’attivazione dei servizi, il pannello DNS è configurato con dei record di base. Per personalizzare la zona DNS, occorre impostarla su “Manuale” dalla sezione “Domini” della tua area clienti.

Così facendo potrai accedere ad un comodissimo pannello DNS, che ti permetterà ti aggiungere e modificare tutte le tipologie di record DNS a tuo piacimento. Ricordati che, prima di vedere le modifiche funzionanti sul tuo dominio, dovrai aspettare i tempi di propagazione DNS, che dipendono principalmente dal TTL (Time To Live) impostato.

Puoi verificare lo stato di propagazione di una modifica al DNS su http://viewdns.info/propagation. Se vuoi velocizzare i tempi, svuota la cache DNS del tuo pc e la cache del tuo browser o riavvia router e pc (al riavvio la cache DNS verrà cancellata in automatico).