[#cookielaw] Quando e come fare l’informativa

Come fare l'informativa sui cookie

Dopo aver spiegato le basi della Cookie Law e gli strumenti per i cookie generati da Google Analytics, oggi parliamo di come devono essere le informative e quando devono apparire sul sito web.

Quando inserire le informative

Come già illustrato, i tipi di informative da inserire possono essere di due tipologie: informativa estesa e informativa breve (ovvero il banner).
Prima di vedere la loro struttura, dobbiamo innanzitutto individuare tutte le categorie di cookie di prima e di terza parte che vengono installati dal proprio sito.
Una volta individuati i cookie, bisogna comprendere se questi sono semplicemente tecnici o sono di profilazione (per la distinzione tra i tipi di cookie vi rimandiamo al primo articolo sull’argomento).
Se sono presenti solo cookie tecnici, possiamo fare a meno di inserire l’informativa breve, ma è necessario inserire un link all’informativa estesa in ogni pagina del sito (solitamente viene messo un link nel footer del sito).
Qualora invece, il sito utilizza cookie di profilazione è necessario inserire anche l’informativa breve tramite banner all’apertura del sito.

L’informativa breve

Si tratta in sostanza di  un banner che compare appena si accede al sito web: informa l’utente che verranno installati nel suo computer dei cookie e ne chiede il consenso.
Deve essere un banner ben visibile, sia in termini di font che di colori di sfondo, deve avere al suo interno il collegamento tramite link all’informativa estesa e un pulsante per l’accettazione dei cookie.

Un esempio di informativa breve per i siti che rilasciano cookie di profilazione di prima parte e non rilasciano cookie di profilazione di terzi può essere questo:

Esempio di informativa breve prima parte

Oppure un esempio di banner per i siti che rilasciano anche cookie di profilazione di terzi può essere questo:

Esempio di informativa breve di terze parti

L’utente può esprimere il proprio consenso cliccando sul tasto (OK o X come nelle immagini di esempio) o scorrendo la pagina e quindi di fatto navigando il sito.
Va inoltre detto che una volta accettata l’informativa breve, nelle visite successive il banner può non comparire, invece se l’utente non ha accettato o ha ignorato l’informativa, questa deve comparire ad ogni visita.

L’informativa estesa

È di fatto una pagina web dove vengono specificate per esteso tutte le informazioni necessarie per far comprendere all’utente l’utilizzo dei diversi cookie presenti nel sito. Può essere autonoma o insita nella pagina della Privacy Policy.
Al suo interno devono essere riportati:

  • gli elementi di cui all’art. 13 d.lgs. 196/2003 1 (“Codice Privacy”) (che potete vedere a questo link);
  • una spiegazione generale di cosa sono i cookie e della gestione degli stessi tramite le impostazioni dei browser;
  • la spiegazione di come viene prestato il consenso (ovvero scroll, tasto OK o X e link come negli esempi sopra riportati);
  • la descrizione delle categorie di cookie tecnici suddivisi per finalità. Quindi quali cookie tecnici sono presenti e cosa fanno nello specifico;
  • la descrizione dei cookie di profilazione di prima parte con il relativo modulo di consenso;
  • Per ogni terza parte che installa cookie bisogna inserire la descrizione, il link all’informativa e al modulo di consenso della terza parte con la quale il gestore del sito ha stipulato accordi per l’installazione dei cookie sul proprio sito, ove disponibili.

Per quanto riguarda quest’ultimo punto,nell’immagine che segue c’è un esempio preso dalla nostra informativa estesa, di descrizione di un cookie di terza parte come Google Analytics che è il più frequente presente nei siti web.

Descrizione informativa estesa Netsons dei cookie di Google Analytics

All’interno del sito ci deve essere un link che riconduce all’informativa estesa e, qualora vi è anche un’informativa breve, deve essere presente un link anche al suo interno.

Conclusioni

Con questa terza parte dedicata alla cookie law, nel quale abbiamo spiegato come e dove inserire le informative, ci sono tutti gli ingredienti per mettere a norma il proprio sito e il sito dei propri clienti. Non vi rimane che adoperarvi con pazienza e con l’aiuto delle nostre linee guida per inserire tutto il necessario nel vostro sito.
Se avete suggerimenti, dubbi, domande o necessità di ulteriori chiarimenti, commentate pure.