Parliamo di CloudFlare

Oggi parliamo delle CDN Cloudflare

In questo articolo vedremo da vicino Cloudflare il server che velocizza e protegge il tuo sito web.
Procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio cos’è Cloudflare.

Cos’è Cloudflare

CloudFlare è un caching reverse proxy, per dirla in parole più semplici è un server che si frappone tra il visitatore e il server che ospita il sito web.

Come funziona CloudFlare

Fonte: cloudflare.com

Cosa fa questo server per noi? Ha molteplici caratteristiche, tra le più importanti protegge il sito web comportandosi come un Firewall filtrando quindi tutti i visitatori e impedendo l’accesso di utenti sospetti.
Un’altra delle caratteristiche più importanti di Cloudflare risiede nel fatto che velocizza il caricamento del sito, minimizzando il codice html, css e javascript e attraverso l’utilizzo delle CDN (Content Delivery Network), ovvero vengono salvati in cache i contenuti del sito web in più di 35 datacenter sparsi per il mondo, in modo tale da diminuire i tempi di risposta in base alla posizione geografica dell’utente.

Datacenter CloudFlare

Fonte: cloudflare.com

Quest’ultimo punto, favorisce soprattutto quei siti che hanno visite internazionali e che possono quindi sfruttare i vari datacenter sparsi per il mondo, mentre se il sito web è localizzato, si hanno sì dei benefici ma, sfruttando solo il datacenter più vicino si percepiscono meno gli effetti di un CDN.
Per quanto riguarda la sicurezza invece, CloudFlare risulta essere davvero un’ottima soluzione. Infatti già dal pacchetto “Free” è presente la protezione standard anti DDOS, molto importante per i siti soggetti a questo tipo di attacchi. Se poi si comincia a spendere qualche soldo le cose diventano molto più interessanti, in quanto tra le varie feature di base si aggiunge il Web application firewall (WAF) ovvero un firewall che previene in tempo reale attacchi come: SQL injection, XSS javascript injections e altri attacchi di questo tipo.
Anche in ambito SEO abbiamo dei benefici, in quanto migliorando la velocità di caricamento e ottimizzando il codice, otteniamo punti per quanto riguarda l’indicizzazione. Inoltre, Google e i maggiori motori di ricerca hanno provveduto a registrare tutti i range di IP dei CDN di CloudFlare, questo fornisce un canale preferenziale per quanto riguarda la scansione da parte dei crawler concedendo così ai motori, la massima velocità di scansione.

In conclusione

Se avete un sito con molte visite, avete bisogno di ottimizzare le prestazioni e tenere il sito in sicurezza, CloudFlare è sicuramente la soluzione che fa per voi. Se siete interessati, vi ricordiamo che noi di Netsons siamo partner di CloudFlare e potete richiederci questo tipo di servizio scrivendo dalla nostra pagina di consulenza.